Sei il nostro mito

Claudio su Tufonite Cosmica. Stampato il suo primo 8b+

“E’ difficile vedermi come un idolo, come un mito per qualcuno. solo perchè sono veloce…
la gente non sa niente di me.”

Kilian Jornet Burgada

Quando si vede compiere un’impresa, il rischio che si corre è quello di considerare un’ idolo il protagonista.
Si rischia sempre di considerare le gesta compiute come la totalità della persona, senza considerare l’uomo in tutte le sue sfaccettature.

Pochi giorni fa scorrendo la chat del gruppo “Allenamento” di cui immeritatamente ne faccio parte ho ammirato una parte del video che ritrae il mio amico Claudio alle prese con il suo progetto “Tufonite Cosmica”. E vi assicuro che era una via cosmica da 8b+.
E’ ovvio che non stiamo parlando di “Silence” di Adam Ondra (il più alto grado liberato di arrampicata sportiva), ma è anche vero che Claudio è un VNP (Very Normal People).

Claudio ha 44 anni, lavora come meccanico (ha una sua officina), e il suo tempo libero rimane ristretto nel weekend (come molti VNP) e nella pausa pranzo del mercoledì. Il famoso “mercoledì del meccanico”. Spesso arrampica con suo figlio Alessio, prossima promessa della Valnerina.

E’ stato molto emozionante vederlo realizzare questo progetto. Vi posso garantire che ho davvero sofferto di invidia per non essere stato lì sotto a fare il tifo a testa in sù. Altrettanto emozionante è stato sentire le incitazioni e la gioia degli amici presenti.

La leggenda narra che Claudio svita i bulloni con la sua presa, senza l’utilizzo delle chiavi. Questa rimane leggenda. Ma per me Claudio è un mito.

Share this post
  ,


2 thoughts on “Sei il nostro mito

  1. Claudio è un atleta da quando era piccolo! Io sono sia mmmm la sorella è da sempre lo vedo arrampicare!😂😂 don da bambino ❤️ In casa… sugli alberi… è uno spiderman!!! 💪😍

  2. Salve sono il padre di Claudio e leggere questi commenti così belli e apprezzati ci ha reso molto orgogliosi di avere un figlio così forte e competitivo da essere apprezzato tantissimo da coloro che praticano questo sport. Un abbraccio e un caro ringraziamento a voi tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *